Morgan Freman dice, Fibromialgia, 7 cose che mi succedono quando mi sono ammalato

Come immagino accadrà alla maggior parte delle persone, la malattia cronica mi ha sorpreso.

Qui sono sette forme di fibromialgia è cambiata radicalmente (superare?) La mia vita:

1. Non ero preparato per stanchezza implacabile
Sono abituato a spostare mobili, portando i miei figli in luoghi diversi, cucinando e pulendo la mia casa. L’affaticamento cronico implacabile ha messo fine a tutto questo. Viviamo in una piccola casa, dove i mobili con meno camere erano originariamente organizzati. I miei figli sono cresciuti e vivono da soli. , E di recente abbiamo assunto qualcuno per fare la pulizia. Voglio solo chiarire che la stanchezza non è la stessa cosa di essere stanca. Quando sei stanco, prenda un sonno o dormi bene di notte, e ti sei riattivato. Con stanchezza, non importa quanto dormi, non c’è sollievo.

2. Non mi aspettavo la solitudine
Era abituato a una casa occupata con adolescenti che arrivavano e andavano, rumore e comfort, tutto questo era occupato da questa madre. Ora che sono solo mio marito e io, beh, la casa diventa molto sola per me e molto silenziosa quando è al lavoro. Gli amici sono troppo occupati con la propria vita e capisco. Puoi pensare che le persone vengano a appendere con me, ma la verità è no. Sono molto grata per mia sorella che viene e vada con me almeno una volta al mese.

3. Shopping è diventato uno sport di resistenza
Ho sempre apprezzato i negozi in modo particolare. Ora, nei giorni in cui mi sento abbastanza bene per accompagnare mio marito, di solito devo sedere in macchina mentre paga. La mia energia è ancora una volta esaurita. Può richiedere ore e talvolta giorni per recuperare da un viaggio di shopping di 30 minuti. Sono molto grato che mia moglie è molto attenta e fa quello che non posso più fare.

4. La doccia ha bisogno di sincronizzazione perfetta
Devo fare una doccia (quando posso) di notte perché mi indebolisce completamente. Per la maggior parte delle persone, fare una doccia li sveglia e dà loro energia. Per me, è proprio il contrario. Divento più esausto.

5. Necessità per la comunità
Sono molto grato per il dono delle reti sociali. Mi ha collegato a una comunità di donne incredibili, anche cronicamente ammalate. È una comunità di mutua sofferenza, comprensione e compassione. Associarsi ai gruppi e commentare Facebook mi ha dato un importante supporto di connessione.

6. Mi mentisci?
Per la maggior parte del tempo sono molto consapevole che sono malato, ma in quei giorni buoni, lo interrogo. Sono davvero malato? Ho davvero quello che dicono? Forse sto migliorando! Poi i cambiamenti climatici o lo stress entrano in gioco, e ancora una volta ricordo la verità. Sono davvero malato Ma sono molto grato per il buon giorno …

7. Prendi consigli che non siano utili
So che la maggior parte delle persone è preoccupata quando fanno suggerimenti o consigli. Ma di solito non è utile, e può farmi sentire peggio. Come per esempio: forse se hai cambiato la tua dieta, se hai esercitato di più, se hai lasciato più casa, se hai un lavoro che ti sentiresti meglio. Vogliono anche sapere se sono meglio, senza capire che “cronico” si riferisce ad una vita intera. È meglio cercare di capire che dare consigli non sollecitati.
Mi ha rafforzato e mi ha sfidato in un modo che non avrei mai potuto prevedere. La malattia mi ha maturato e mi ha fatto una persona più compassionevole.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Content is protected !!